Monitoraggio della prima pioggia

LSI Lastem propone la strumentazione necessaria per dividere la prima pioggia dalla pioggia successiva a supporto della realizzazione degli impianti di "prima pioggia". La normativa prevede che per alcune tipologie di siti, vi sia una gestione delle acque di pioggia e di lavaggio delle aree esterne per le quali esiste, in relazione alle attività svolte, un rischio di dilavamento di sostanze inquinanti.

In particolare è previsto che una certa quantità di acqua utilizzata per la pulizia o la pioggia caduta sulle superfici potenzialmente inquinate, non debba essere rilasciata direttamente nella fognatura, ma debba prima essere accumulata nelle cosiddette vasche di "prima pioggia" e smaltita nel depuratore centralizzato oppure trattata preventivamente.

Il D. Lgs. 152/2996 art. 113 stabilisce che le Regioni sono gli Enti incaricati alla disciplina delle acque di pioggia e di lavaggio. In tal senso l'art. 3 del Regolamento Regionale (Regione Lombardia) n. 4 del 24 marzo 2006 individua le acque di prima pioggia soggette a regolamentazione e detta la relativa disciplina.

Per acque di prima pioggia si considerano i primi 5 mm. di acqua uniformemente distribuiti su tutta la superficie scolante piovuta in un determinato periodo di tempo. Al raggiungimento dei 5 mm di pioggia si passa alla fase di “pioggia ulteriore”. Se la precipitazione si interrompe, prima di aver raggiunto i 5 mm, dopo un periodo programmato si passa alla condizione di “assenza pioggia”. L’inizio della precipitazione viene segnalato dallo strumento DGP020 che apre il contatto sino al raggiungimento dei 5 mm cumulati, o alla cessazione della precipitazione entro il periodo programmato, quando il contatto viene chiuso.

  • Sistema completo di rilevatore/Interventore, pluviometro ed accessori di contenimento, alimentazione e fissaggio;
  • Attuazione di un contatto (relè 1 A 250 V) in funzione dello stato della precipitazione: assenza pioggia, prima pioggia, pioggia ulteriore;
  • Programmazione delle durate degli eventi di precipitazione e quantità di pioggia che determinano gli stati della precipitazione;
  • Indicazione della intensità di precipitazione;
  • Display per la programmazione e per visualizzazione dello stato attuale, inclusa l’intensità di precipitazione;
  • Led segnalazione di stato;
  • Pluviometro a norma WMO.
Periodo di assenza pioggia:
è qualsiasi periodo che comprenda almeno T minuti consecutivi di assenza di precipitazione. L'inizio di precipitazione durante l'assenza di pioggia determina il passaggio alla condizione di "prima pioggia".
Periodo di prima pioggia:
periodo piovoso, successivo ad un periodo di assenza pioggia, continuo o con pause di durata unitaria inferiore a T minuti durante il quale siano occorsi Qp mm di precipitazione. Allorchè sono totalizzati Qp  mm di precipitazione il periodo di prima pioggia termina con il passaggio alla condizione di pioggia ulteriore. L'eventuale occorrenza, durante la prima pioggia, di una pausa superiore a T2 minuti riconduce alla condizione di prima pioggia,
Periodo di pioggia ulteriore:
è quel periodo, successivo a quello di prima pioggia, durante il quale non si abbiano mai pause di precipitazione superiori a  T1 minuti. Il riscontro di una pausa superiore a T1 minuti determina il passaggio alla condizione di assenza pioggia.

I parametri T1, T2 e Qp sono programmabili.


Pluviometro e regolatore/interventore chiuso in una scatola IP65, collegato alle elettropompe per l’apertura/chiusura delle vasche di Prima Pioggia.

Vedi